Stipendio a Garanzia di Prestito

In questo articolo parliamo di finanziamenti personali anche tramite Cessione del Quinto per i quali è fondamentale avere lo stipendio a garanzia di prestito.

Ma che cosa significa di preciso questa espressione e come funziona un prestito per il quale serve necessariamente uno stipendio che faccia da garanzia? Continua a leggere per saperne di più.




Prestiti personali tramite Cessione del Quinto: come funzionano?

I prestiti personali tramite Cessione del Quinto sono finanziamenti non finalizzati che vengono erogati senza bisogno di dare spiegazioni all’istituto di credito su come e quando hai intenzione di utilizzare il denaro richiesto.

A fronte di una richiesta di prestito che può essere più o meno cospicua, gli istituti di credito richiedono delle garanzie per rassicurarli sulla tua possibilità di rimborsare il finanziamento rispettando il piano di ammortamento sottoscritto e le modalità di pagamento da te scelte e senza creare spiacevoli episodi di ritardo o totale insolvenza.

I prestiti personali tramite Cessione del Quinto hanno una particolare modalità di rimborso, che avviene tramite trattenuta diretta da parte del datore di lavoro o dell’ente pensionistico di un importo pari a massimo un quinto ( il 20%) del tuo guadagno netto mensile. Le rate sono fisse e costanti per tutta la durata del piano di ammortamento che ha una durata del tutto personalizzabile e varia da minimo 24 a massimo 120 mesi (2-10 anni).




Stipendio a Garanzia di Prestito

Cosa significa stipendio a garanzia di prestito?

Tra le garanzie più importanti richieste da banche e finanziarie vi è sicuramente la presenza di un’entrata fissa e dimostrabile proveniente da stipendio o da pensione grazie alla quale gli istituti di credito tendono a concedere il finanziamento più facilmente perché sanno che quasi sicuramente il cliente ha la capacità economica di rimborsarlo.

Tuttavia è bene precisare che non tutti gli stipendi hanno lo stesso valore agli occhi di banche e finanziarie: uno stipendio legato ad un contratto di lavoro a tempo indeterminato dà maggiori rassicurazioni di uno legato ad un contratto a tempo determinato così come lo stipendio di un dipendente che lavora da anni nella stessa grande azienda ha più valore di quello di chi ha iniziato da poco a lavorare in una realtà più piccola.

Per approfondire leggi: “Prestito con contratto determinato

Chi può richiedere un prestito personale tramite Cessione del Quinto

I prestiti personali tramite Cessione del Quinto sono quelli più sicuri per gli istituti di credito perché di fatto è come se il finanziamento venisse concesso direttamente all’azienda e non tanto al singolo dipendente, motivo per cui si tratta di una modalità di prestito che viene facilmente concessa a tutte le categorie di lavoratori:

  • dipendenti pubblici, ai quali gli istituti di credito concedono prestiti a cuor leggero in quanto si ritiene che il loro stipendio a garanzia di prestito sia completamente sicuro
  • dipendenti privati, che possono garantire uno stipendio a garanzia di prestito fisso nel tempo
  • lavoratori autonomi, che devono faticare un po’ per vedersi accettata la richiesta di finanziamento dal momento che lo stipendio a garanzia di prestito che possono offrire non è sicuro nel tempo e dipende molto dall’andamento dei loro affari
  • pensionati INPS che possono usufruire della Cessione del Quinto garantendo il reddito tramite cedolino della pensione

Calcolo rata Cessione del Quinto dello stipendio

Se hai uno stipendio a garanzia di prestito puoi stare tranquillo di avere buone possibilità di ottenere senza problemi il finanziamento che richiesto.

Ma a quanto ammonta di preciso la rata mensile trattenuta dal tuo guadagno netto per ripagare il prestito? L’importo varia in base al valore del tuo stipendio e per averne una stima più precisa possibile ti consigliamo di fare un calcolo Cessione del Quinto.

Per esempio, ipotizzando che tu percepisca uno stipendio netto di 2.000 euro al mese, con un finanziamento tramite Cessione del Quinto ti può essere trattenuta al massimo una quota pari ad un quinto di questa cifra, dunque 400 euro al mese. Come abbiamo ottenuto questo valore? Semplicemente devi dividere il tuo stipendio netto in cinque parti e una di questa è quella da usare per il rimborso delle rate mensili.

Per approfondire leggi anche: “Come si Calcola il Quinto dello Stipendio?