TAN e TAEG per Cessione del Quinto

Ogni giorno sentiamo parlare di TAN e TAEG, ma sappiamo davvero a che cosa si riferiscono questi due termini?

Conoscere e saper calcolare gli interessi TAN e TAEG è un’operazione importantissima soprattutto se stai per richiedere un prestito personale o tramite Cessione del Quinto perché ti permette di conoscere con precisione il costo totale del finanziamento e di valutare la spesa da affrontare per rimborsarlo.




TAN e TAEG cosa sono?

TAN e TAEG sono due degli elementi costitutivi di un finanziamento e rappresentano il Tasso Annuo Nominale e il Tasso Annuo Effettivo Globale, parametri fondamentali da conoscere per chi vuole ottenere un prestito in quanto ne determinano il costo totale.

Il TAN rappresenta l’importo degli interessi maturati sulla cifra erogata tramite il finanziamento e deve essere rimborsato all’istituto di credito suddividendolo sulle varie rate previste dal piano di ammortamento sottoscritto e non in un’unica soluzione.

Il TAEG rappresenta un tasso virtuale comprensivo di tutte le spese necessarie all’apertura e al pagamento del finanziamento che non viene realmente applicato alle rate mensili di rimborso ma utilizzato solamente come indicatore del costo totale del prestito.




TAN e TAEG sono i numeri da valutare e confrontare per scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze evitando che il finanziamento risulti troppo oneroso.

Differenza TAN e TAEG

Ma quali sono le principali differenze tra TAN e TAEG?

  1. il TAN indica in base annua esclusivamente gli interessi relativi al prestito; il TAEG indica il costo totale del prestito comprensivo anche di tutte le spese accessorie
  2. il TAN influisce in modo diretto sul costo del finanziamento e quindi è un parametro fondamentale per calcolare gli interessi dovuti; il TAEG è solo un indicatore e quindi non viene usato per calcolare il tasso d’interesse reale del prestito.
TAN e TAEG per Cessione del Quinto

Potrebbe interessarti leggere anche: “Rinnovo Cessione del Quinto” / “Cessione del Quinto e tredicesima / “Riconoscere il miglior prestito personale

Calcolo TAN e TAEG

Come si fa il calcolo interessi TAN e TAEG?

Per calcolare questi tassi è fondamentale distinguere tra un finanziamento a tasso variabile ed un finanziamento a tasso fisso: nel primo caso bisogna sommare agli indici Euribor o al tasso BCE lo spread, cioè il guadagno lordo dell’istituto di credito sul singolo prestito; nel secondo caso bisogna fare riferimento agli indici Eurvis, che rappresentano il tasso di interesse annuo medio applicato dalle banche europee per tutte le operazioni di durata superiore all’anno, e sommarvi lo spread stabilito dall’ente finanziario.

Nel calcolo del TAN non vengono inserite le spese accessorie del prestito (provvigioni, spese aggiuntive di istruttoria, spese di apertura pratica e spese di incasso delle rate), da calcolarsi però nel TAEG, che tiene conto del TAN e dell’eventuale compenso che il cliente dà all’intermediario del credito per ottenere il finanziamento e delle spese assicurative necessarie per legge.

A tal proposito leggi anche: “Assicurazione e Cessione del Quinto e “Calcolo Cessione del Quinto

Quali sono TAN e TAEG attuali?

Ad oggi la percentuale media del TAN è fissa intorno al 5,6% e quella del TAEG al 6,8%.

Tuttavia è bene ricordare che gli istituti di credito possono autonomamente applicare la percentuale di tassi d’interesse che ritengono più opportuna, ovviamente a patto che questa non superi dei limiti imposti per legge e oltre i quali si ricade nei cosiddetti tassi usurai illegali.

Per saperne di più a riguardo leggi: “Tasso Effettivo Globale Medio

TAN e TAEG devono obbligatoriamente essere indicati sia da banche sia da finanziarie e devono essere riportati al cliente sin dai preventivi precontrattuali e poi nei contratti da firmare in via ufficiale.