Prestiti all’Estero: Come Ottenere Finanziamenti Fuori dall’Italia

Sempre più spesso numerosi italiani decidono volontariamente o si sentono costretti a spostare la loro residenza in un Paese estero in cerca di condizioni di vita, economiche e lavorative migliori rispetto a quelle che sono riusciti a trovare nel Paese natio. Spesso, però, ambientarsi non è facile come si era pensato prima della partenza e, proprio per questo motivo, soprattutto inizialmente, c’è bisogno di ottenere della liquidità in prestito per potersi avviare e sistemare.

Se anche tu ti ritrovi in questa situazione o semplicemente risiedi in un Paese straniero e hai bisogno di soldi per affrontare una spesa improvvisa e inaspettata, che cosa puoi fare? E’ possibile richiedere prestiti all’estero? Se si, come bisogna fare per avanzare la propria domanda?




Quello dei prestiti per italiani residenti all’estero è un argomento molto dibattuto e sul quale spesso si hanno ancora dubbi non risolti. In questo approfondimento cercheremo di fare chiarezza in merito e di darti tutte le informazioni utili.

E’ possibile ottenere un prestito per residenti all’estero?

Innanzitutto bisogna precisare che le banche e le finanziarie italiane tendenzialmente sono un po’ restie a concedere prestiti per italiani all’estero in quanto le spese per aprire la pratica sono molto elevate, i tempi più lunghi e ci sono molte più difficoltà rispetto a quanto avviene per i finanziamenti richiesti da chi risiede stabilmente sul territorio nazionale.

Una di queste problematiche è, ancora oggi, la distanza fisica del cliente: gli istituti di credito, infatti, preferiscono verificare personalmente i tuoi documenti e la tua identità, in modo da essere super sicuri che il procedimento vada a buon fine. A tal proposito una buona soluzione potrebbe essere quella di richiedere prestiti con firma digitale.




I requisiti che ti verranno richiesti sono sempre gli stessi, ovvero:

  • stabilità professionale, dimostrabile attraverso la presenza di una busta paga fissa e un reddito dimostrabile con documenti.
  • una buona situazione finanziaria, che ti permetta di rimborsare il debito senza incorrere in spiacevoli episodi di ritardo o insolvenza.
  • un buon passato creditizio, il quale verrà sempre attentamente controllato.

Se in passato hai ricevuto una segnalazione al CRIF e risulti protestato o cattivo pagatore, sarà praticamente impossibile per te ottenere il prestito.

Da quali Paesi è più facile ottenere prestiti personali per residenti all’estero?

Va precisato che anche il Paese nel quale si risiede gioca un ruolo importante nell’ottenimento o meno del finanziamento di cui hai bisogno: Unione Europea, Stati Uniti e Canada non risultano troppo problematici per gli enti creditori, mentre i Paesi più instabili economicamente e politicamente vengono valutati con un po’ più di diffidenza.

Tra i Paesi appartenenti all’Unione Europea vige una direttiva che autorizza gli istituti di credito a concedere prestiti a cittadini che risiedono in altri Stati dell’UE, ma, di fondo, sta poi al singolo istituto la decisione finale.

A tal proposito leggi anche: “Prestiti da banche estere

Prestiti all'Estero: Come Ottenere Finanziamenti Fuori dall'Italia

Se sei un pensionato leggi anche: “Cessione del Quinto pensionati residenti all’estero

Come chiedere prestiti all’estero

Avrai dunque capito che, nella maggior parte dei casi, per gli enti creditori, la tua condizione di espatriato rappresenta un aumento dei rischi cui probabilmente andranno incontro.

Bisogna anche considerare, infatti, che, in caso di insolvenza, essendo cittadino all’estero, le banche e le finanziarie avrebbero grosse difficoltà a procedere contro di te per vie legali.

In ogni caso, non è impossibile riuscire a farsi concedere prestiti personali all’estero, ma tieni conto che, per tutelarsi, gli istituti finanziari impongono tassi d’interesse elevati e prestano bassi importi di denaro.

Ma quindi come ottenere prestiti all’estero? L’ideale sarebbe avere una persona disposta a fare da garante che sia residente sul territorio italiano, così che, nell’eventualità in cui si verificasse un episodio di insolvenza, l’ente creditore saprebbe più facilmente come intervenire.

Per saperne di più leggi: “Prestito con garanzia

Ovviamente la possibilità di ottenere in risposta un prestito rifiutato c’è sempre ma ricordati che, se hai intenzione di tornare in Italia in tempi brevi o almeno prima della fine del piano di ammortamento previsto, gli istituti saranno più propensi ad erogarti il prestito.

Documenti necessari per i prestiti a residenti all’estero

Se sei convinto di voler ottenere prestiti italiani all’estero, questi sono i documenti di cui avrai bisogno:

  • busta paga
  • documento d’identità

A tal proposito va anche considerato che anche fornire i documenti che ti vengono richiesti può risultare complicato: spesso, infatti, le buste paga e il contratto di lavoro sono diversi da quelli italiani e tale differenza potrebbe costituire un rallentamento dei tempi di erogazione del credito.

Alternative ai prestiti per residenti all’estero

Se gli istituti di credito al quale ti sei rivolto non hanno proprio intenzione di concederti la liquidità che ti serve, ti consigliamo alcune pratiche alternative che non farai fatica a trovare:

  1. Prestiti tra privati
  2. Prestiti su pegno

A tal proposito leggi anche l’approfondimento: “Privato presta soldi in giornata