Truffe Prestiti Online: Come Evitare i Raggiri

Negli ultimi anni è aumentata la richiesta di finanziamenti che vengono erogati completamente tramite web e, di pari passo, sono anche aumentate le possibilità di finire vittime di truffe prestiti online.

Se anche tu hai paura di poter essere imbrogliato mentre sei alla ricerca del prestito più adatto alle tue necessità, vogliamo aiutarti noi. In questo approfondimento ti spiegheremo quali sono i principali segnali a cui fare attenzione per evitare di finire vittima di questi raggiri.




Truffe sui prestiti on line

Solo l’anno scorso sono state più di 30.000 le persone che sono state truffate mentre stavano cercando di ottenere un prestito online, questo perché il web sta diventando una risorsa sempre più importante ed utilizzata per cercare finanziamenti convenienti. Su internet, infatti, si posso trovare proposte con tassi d’interesse davvero molto bassi e competitivi se paragonati a quelli proposti da banche e finanziarie in filiale.

La grande richiesta spiega il motivo per cui così tanti malintenzionati si aggirano online, spacciandosi per istituti di credito reali, con l’intento di ingannarti.

Ma come riconoscere una truffa finanziamenti?




Truffa prestiti: attenzione ai commenti falsi

Il primo metodo utile per evitare di incappare in una di queste truffe finanziamenti è prestare molta attenzione ai post e alle inserzioni su blog e social network. Le false finanziarie, infatti, solitamente commentano con commenti spam le inserzioni degli istituti di credito certificati e, una volta instaurato un contatto, ti contattano privatamente.

Tali commenti sono riconoscibili perché spesso hanno errori grammaticali in quanto vengono automaticamente tradotti in lingue diverse e, se osservati attentamente, sono molto diversi da quelli che verrebbero lasciati dalle vere banche e finanziarie.

Truffa finanziamento: attenzione alle e-mail phishing

Un altro segnale inequivocabile di possibile truffa sta nella ricezione di e-mail phishing, che ti vengono inviate con l’intento di convincerti a cliccare su una pagina falsa o di lasciare i tuoi dati personali.

Un modo per accorgerti se hai ricevuto una mail falsa è quella di controllare attentamente l’indirizzo dal quale è inviata. Di solito questi falsi istituti utilizzano nomi poco convincenti o molto simili a quelli degli autenticati enti creditori ma con qualche piccola e impercettibile differenza.

Truffe prestiti online

Potrebbe interessarti leggere anche: “Miglior prestito personale / “Meglio Cessione del Quinto o prestito personale?

Truffe finanziamenti: diffida dai prestiti troppo convenienti

Spesso le truffe con prestiti personali si riconoscono dalle promesse troppo vantaggiose.

Ti consigliamo di diffidare sempre da chi dice di poterti concedere il denaro in tempi davvero record, magari anche senza la presenza della busta paga o il bisogno di controllare i tuoi requisiti e la fattibilità dell’operazione.

Altro aspetto che dovrebbe farti da campanello d’allarme è la falsa possibilità di concedere denaro senza problemi a chi in passato ha avuto problemi creditizi ed ha ricevuto segnalazioni al CRIF come cattivo pagatore o protestato.

Le vere banche e finanziarie, per tutelarsi dalla possibilità del rischio di insolvenza, valutano attentamente una persona che si trova in queste situazioni e, in generale, fanno controlli approfonditi sulla tua situazione redditizia prima di erogare la liquidità che hai richiesto.

A tal proposito potrebbe interessarti leggere: “Prestiti senza garanzie” / “Prestiti senza busta paga” / “Prestiti a protestati e cattivi pagatori

Truffe prestiti personali: altri segnali da valutare

Infine, ci sono altri piccoli fattori a cui puoi prestare attenzione per cercare di evitare le truffe.

In primo luogo ricordati che le banche e le finanziarie non possono richiederti denaro prima che il contratto sia stato firmato e tu abbia ricevuto la liquidità. Stai alla larga, quindi, da chi ti richiede il pagamento immediato di una rata che servirebbe, a detta di questi imbroglioni, per sbloccare il prestito o per pagare spese di istruttoria e commissioni varie.

Inoltre, esamina bene il contratto. Molto probabilmente quello di una falsa banca o finanziaria non contiene il nome dell’istituto e presenta delle anomalie nella forma in cui è stato redatto.

Come tutelarsi da un prestito personale truffa

C’è una regola generale che funziona davvero bene per evitare di cadere in questo tipo di truffe: controllare che l’istituto di credito che hai trovato abbia una regolare iscrizione all’OAM (Organismo degli Agenti e dei Mediatori Creditizi). Solo chi rientra in questo elenco di enti è veramente abilitato dalla Banca d’Italia a concedere finanziamenti.

Un’altra cosa che puoi fare è controllare l’indirizzo web della società, che deve essere valido e sicuro, ovvero preceduto dal codice https:// così che la trasmissione dei tuoi dati non possa essere intercettata. Già che ci sei controlla anche il numero di telefono, che non dovrebbe essere un contatto straniero, la partita iva e la sede legale della società.

Infine, è buona norma informarti sempre sull’istituto di credito al quale ti stai affidando, cercandone quante più informazioni possibili su internet e ascoltando il parere di altri clienti passati sui blog e forum.

Ci raccomandiamo, non dare mai in anticipo soldi e/o documenti ad un ente finanziario che non ti sembra affidabile. Adesso sai come riconoscerlo!