Anticipo TFR con Cessione del Quinto in Corso

La Cessione del Quinto è una delle soluzioni di credito più apprezzate dagli italiani grazie ai vantaggi che comporta e alla modalità di rimborso particolarmente facile e comoda. Nonostante sia così richiesta c’è una domanda che assale spesso i dipendenti e a cui non è facile trovare una risposta: “Posso richiedere l’anticipo TFR con Cessione del Quinto in corso?”.

In questo articolo cercheremo di rispondere proprio a questo dubbio dandoti tutte le informazioni necessarie a riguardo. Continua a leggere se sei interessato e lasciaci un commento in caso di ulteriori dubbi.




Cos’è il TFR?

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) è una quota della retribuzione di ogni lavoratore che, invece di essere subito guadagnata, viene messa da parte e rilasciata solo nel momento in cui finisce il rapporto di lavoro tra dipendente e azienda per pensionamento, licenziamento o qualsiasi altra motivazione.

Per sottoscrivere un prestito tramite Cessione del Quinto, un particolare tipo di finanziamento da rimborsare tramite trattenuta diretta da parte del datore di lavoro di un importo pari a massimo 1/5 di quanto percepito in busta paga al netto delle spese, alcuni istituti di credito richiedono il TFR come garanzia.

Per approfondire leggi: “Cessione del Quinto dipendenti pubblici” / “Cessione del Quinto dipendenti privati




Cosa significa questo? Che potrebbe succedere che il tuo TFR accantonato nel corso del tempo venga vincolato per la durata dell’intero piano di ammortamento sottoscritto fino al pagamento dell’ultima rata, così che l’istituto di credito possa utilizzarlo come bene su cui rifarsi in caso di insolvenza.

Cessione del Quinto anticipo TFR: si può ottenere?

Proprio da questo che nasce il dubbio sul possibile anticipo TFR con Cessione del Quinto in corso. Si può anticipare o no?

La risposta è che non è possibile ottenere un anticipo TFR con Cessione del Quinto ancora in corso a meno che il TFR accantonato sia più alto dell’importo complessivo del prestito richiesto.

Solo in questo caso la Cessione del Quinto e richiesta anticipo TFR è possibile, ma unicamente per la parte di TFR che eccede il debito.

Anticipo tfr con cessione del quinto in corso

Potrebbe interessarti leggere anche: Cessione del Quinto senza TFR / TFR e adesione al fondo per Cessione del Quinto

Anticipo TFR e Cessione del Quinto: per cosa si può usare?

Appurato che il TFR accantonato sia superiore all’importo richiesto tramite Cessione del Quinto e che quindi potresti richiederne una parte in anticipo, devi sapere che ci sono delle regole precise per l’utilizzo del TFR, che può essere utilizzato solo per:

  • spese sanitarie, terapie mediche particolari e/o interventi chirurgici straordinari ed importanti
  • acquisto della prima casa per te o i tuoi figli
  • richiesta di congedi parentali
  • spese di formazione

L’anticipazione del TFR può essere richiesta una sola volta nel corso della tua carriera lavorativa e può arrivare al massimo al 70% della quota di liquidazione maturata nel tempo. Inoltre, per poter richiedere l’anticipo, devi avere alle spalle almeno 8 anni di anzianità lavorativa presso lo stesso datore di lavoro.

Anticipo TFR per estinzione Cessione del Quinto

Un’altra domanda che spesso i lavoratori si pongono è: “Posso ricorrere all’estinzione Cessione del Quinto con TFR?”.

In effetti non è sempre chiaro se sia possibile o meno utilizzare il TFR accantonato per estinguere il debito residuo prima del tempo. Ma la risposta è si.

Si può estinguere Cessione del Quinto con TFR ma il discorso è sempre lo stesso: bisogna avere da parte abbastanza TFR così da saldare tutto il debito residuo pur lasciando e avanzare una parte di TFR che deve sempre rimanere a disposizione, altrimenti non puoi sfruttare questa possibilità perché il TFR deve necessariamente essere usato come garanzia del tuo debito.

Per saperne di più leggi: “Estinzione anticipata Cessione del Quinto