Finanziamento Impianti Sportivi

Mantenere in perfette condizioni una palestra, un campo da gioco o qualsiasi tipo di impianto per lo sport e apportarne migliorie tecniche può essere una spesa che comporta un grosso investimento di energie e denaro. Proprio per questo, se anche tu hai in programma di fare questo tipo di manutenzione, vogliamo ricordarti dell’opzione finanziamento impianti sportivi.

Se sei il proprietario di un impianto e hai bisogno di soldi da spendere in attività ad esso legate, continua a leggere questo approfondimento in cui ti segnaliamo i migliori prestiti sportivi a cui puoi accedere per alleggerirti delle spese che hai progettato.




Cosa sono i finanziamenti impianti sportivi?

Si tratta di finanziamenti agevolati, addirittura a volte li puoi trovare anche sotto forma di finanziamenti a fondo perduto, che vengono concessi per diversi motivi legati al mondo dello sport. Tra i più comuni troviamo:

  1. sovvenzionare progetti legati alla costruzione di impianti sportivi nuovi
  2. rilanciare gli impianti sportivi che si trovano in zone periferiche
  3. finanziare spese legate all’adeguamento e miglioria degli impianti sportivi
  4. comprare attrezzature nuove da usare in impianti precedentemente costruiti

Lo scopo ultimo di questi finanziamenti a fondo perduto impianti sportivi è quello di incentivare l’attività sportiva, permettere a determinate zone di migliorare attraverso lo sport e facilitare l’avvicinamento dei giovani alle discipline sportive, incentivando così anche l’aggregazione sociale e culturale.

Per approfondire leggi anche: “Finanziamenti a fondo perduto




Finanziamenti per impianti sportivi: come funzionano?

I finanziamenti per lo sport vengono solitamente concessi previa partecipazione ad un bando, che esce sui siti web degli enti che attivano tali fondi.

In ogni bando vengono indicati i requisiti e gli obblighi necessari per potervi partecipare e le tempistiche entro il quale è necessario presentare la documentazione richiesta.

Se non hai i requisiti giusti verrai automaticamente escluso dal bando, perdendo così la possibilità di ottenere il finanziamento. Per quanto riguarda, invece, gli obblighi a cui sei tenuto, questi sono:

  • spendere i soldi eventualmente ricevuti solo per determinate tipologie di interventi che sono elencate nel bando
  • assicurarti che il tuo impianto sportivo abbia tra gli iscritti la percentuale minima di atleti paralimpici

Se fai domanda di partecipazione a bandi comunali e/o regionali, ricordati che devi essere considerato appunto un ente locale e il tuo impianto deve obbligatoriamente sorgere sul territorio comunale e/o regionale interessato dal bando.

Dovrai sempre giustificare come e per cosa intenderai utilizzare l’importo ottenuto, rendendo note anche tutte le informazioni relative a eventuali modifiche e miglioramenti.

Finanziamento impianti sportivi

Finanziamento credito sportivo: cosa offre l’ICS?

Rivolgendoti all’ICS (Istituto di Credito Sportivo) potrai ottenere diversi tipi di finanziamento sportivo sotto forma di mutui.

Mutuo ordinario

Questo mutuo non ha un limite di importo erogabile. I soldi vengono concessi in base alla tua situazione economico-finanziaria e alle esigenze che hai e possono essere utilizzati per:

  • realizzare un nuovo impianto o centro sportivo
  • ristrutturare e apportare miglioramenti al tuo impianto
  • acquistare attrezzature utili negli impianti sportivi

La durata massima prevista è di 25 anni e possono accedervi tutti gli enti pubblici, gli enti locali, le associazioni e le società sportive dilettantistiche, i privati e i gestori di impianti omologati alle federazioni.

Mutuo light 2.0

Con questa opzione ottieni un importo limitato a massimo 60.000 euro e la durata massima del mutuo è di 7 anni.

L’importo, che può essere richiesto da soggetti di natura giuridica che non siano persone fisiche e da enti pubblici non locali, viene erogato in massimo 10 giorni a partire dalla ricezione della tua documentazione e potrà essere utilizzato per:

  • realizzazione di un nuovo impianto sportivo
  • ristrutturazione dell’impianto
  • acquisto di nuove attrezzature da utilizzare in ambito sportivo
Mutuo energetico

Viene concesso un importo di massimo 350.000 euro per migliorare l’efficienza energetica dell’impianto e fare spese legate a fonti energetiche rinnovabili.

Mutuo messa a norma

Pensato per permettere agli impianti sportivi di adeguarsi alle nuove disposizioni di legge che vengono man mano emanate.

Mutuo eventi calamitosi

Viene erogato un importo a tassi ridotti e agevolati per una durata di tempo massima di 20-25 anni.

Finanziamenti europei per impianti sportivi

Potresti valutare di richiedere anche i finanziamenti europei per lo sport. Si tratta di prestiti concessi dall’Unione Europea che rimangono sempre attivi ma che variano a seconda dell’anno in cui intendi farne domanda.

Per ottenere i finanziamenti europei impianti sportivi è necessario che il tuo progetto riguardi una delle seguenti tematiche:

  • sensibilizzazione e prevenzione contro le partite truccate
  • promozione del volontariato sportivo
  • contrasto di episodi di razzismo, violenza e intolleranza sportiva
  • progetti sociali e di pari opportunità

Finanziamento impianti sportivi con iscrizione al CONI

Infine, se hai un’associazione sportiva dilettantistica che risulta regolarmente iscritta al CONI da almeno un anno, puoi usufruire del Fondo di Emergenza per lo Sport che, grazie al Decreto Liquidità, è stato creato per fronteggiare l’emergenza sanitaria legata al Covid-19.

Potrai ottenere un importo compreso tra i 3.000 e i 25.000 euro pari a massimo il 25% del tuo fatturato annuo del 2021, da restituire in 6 anni, di cui 2 di preammortamento. Durante i primi due anni di preammortamento non dovrai rimborsare il prestito, in quanto la prima rata è prevista a partire dal terzo anno.

Si tratta di un finanziamento molto vantaggioso, che prevede l’abbattimento totale del tasso di interesse e una garanzia del 100% da parte del Fondo di Garanzia.

A tal proposito leggi: “Prestiti convenienti